Archive for luglio, 2013


Giustizia amministrativa, tributaria e contabile: il Parlamento manda i controllori

separazione_dei_poteriA�Questo Parlamento, o meglio, questa maggioranza, venerdA� prossimo (2 agosto) sarA� chiamata a decidere quali componenti laici eleggere all’interno dei Consigli di Presidenza della Giustizia amministrativa, tributaria e contabile. Ho giA� spiegato qui perchA� queste nomine sono di eccezionali importanza per le sorti della nostra fragile democrazia.

Si tratta infatti di organi di autogoverno, garanti della��indipendenza, della��autonomia e della terzietA� dei giudici, che devono essere A�in posizione di massima indipendenza dal potere legislativo e da quello esecutivo. Continua a leggere…


Appalti Expo 2015: il TAR Milano applica le nuove regole processuali

Ea�� stata depositata ieriA�la��ordinanza n. 828/2013, con cui ilA�TAR MilanoA�ha confermato la�� aggiudicazione definitiva del concorso internazionale per la a�?progettazione del Padiglione Italiaa�? alla societA� aggiudicataria, assistita dal mio studio.

Si tratta della prima pronunzia applicativa delle norme eccezionali in materia processuale specificamente previste per la��eventoA�Expo 2015.A�Sono norme, introdotte dal recente decreto legge numero 43 del 2013, che equiparano le opere collegate alla��eventoA�Expo 2015 alleA�controversie relative a infrastrutture strategicheA�di cui alla��art. 125 del codice del processo amministrativo, con la conseguenza che il Giudice amministrativa deve, in sede cautelare,A�tenere conto delA�preminente interesse nazionaleA�alla sollecita realizzazione della��opera.


La mia filosofia professionale

“Le cose facili non mi piacciono

e non le faccio”.

Responsabilità solidale: abrogazione sì, no, nì! Non c’è pace per questo istituto

sicurezzaSembra non esserci pace per la responsabilità solidale nel settore degli appalti.

Dopo essere stata praticamente “abrogata” da una prima versione del Decreto Legge 21 giugno 2013, n. 69per poi, nella sua versione definitiva pubblicata in Gazzetta Ufficiale, essersi ridotta alla sola abolizione della solidarietà per l’IVA a carico del subappaltatore e dell’appaltatore, ecco che in fase di conversione si risolleva nuovamente il grido “o si abroga tutta o niente”.

Un emendamento alla legge di conversione del Decreto Fare presentato da Enrico Zanetti, deputato di Scelta Civica, e incluso tra le proposte di modifica accolte dalla Commissione Finanze della Camera e inviata ora alle Commissioni referenti (Bilancio e Affari costituzionali), prevede infatti l’abrogazione integrale della solidarietà fiscale nell’ambito degli appalti.

Nel testo approvato ieri dalla Commissione, infatti, si ripristina la formulazione originaria contenuta nella primissima versione del Decreto Fare, che cancellava la solidarietà negli appalti tra committente e appaltatore sia per l’Iva che per le ritenute.

L’emendamento andrà in discussione dopo aver incassato l’inclusione delle proposta tra le osservazioni fatte dalla Commissione Finanze della Camera alle Commissioni referenti.

Alla riunione della Commissione Finanze era presente anche il Governo, con il Viceministro Casero, il quale si è impegnato a tenere conto del parere votato della Commissione.

Pertanto, è ragionevole ipotizzare che qualora la proposta vada in Aula con il parere favorevole delle Commissioni referenti e del Governo, l’abrogazione della responsabilità solidale può sostanzialmente considerarsi cosa fatta.

Questo l’emendamento proposto da Zanetti, Sottanelli, Matarrese, Mazziotti Di Celso, Romano, Balduzzi, Fauttilli, De Mita, Librandi, Gitti:

Art. 50.

(Abrogazione della disciplina della responsabilità solidale fiscale negli appalti).

1. All’articolo 35 del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, i commi da 28 a 28-ter sono soppressi.

 

Trovate il mio articolo sulle riviste giuridiche LeggiOggi.it e Giurdanella.it


Il mio intervento all’inaugurazione A.G. Tar Ct 2013

Sono intervenuto all’inaugurazione dell’anno giudiziario 2013 del Tribunale Amministrativo di Catania. Il testo integrale dell’intervento A? pubblicato su LeggiOggi.it